STRING LIGHTS

DETTAGLI

Data

22 maggio

Ora

17:00

Concerto

Musica classica contemporanea

SEDE DEL CONCERTO

Museo Borgogna

Via Antonio Borgogna 6/8

Vercelli

IN COLLABORAZIONE CON

Suoni Possibili

PANORAMICA

 

Il Suoni Possibili Electric Guitar Ensemble, costituito da giovani chitarristi del territorio e diretto da Sergio Sorrentino, incontra John King, chitarrista-compositore di riferimento nel panorama internazionale e docente presso la New York University. La forza espressiva dell’ensemble di chitarre elettriche scaturisce da un repertorio originale e inconsueto, che unisce la musica colta di ricerca con il rock, il jazz e l’elettronica. L’Ensemble insieme a John King eseguirà brani in prima esecuzione assoluta di Sorrentino e King, unitamente ad alcune free improvisation.

GLI ARTISTI

Suoni Possibili Electric Guitar Ensemble

John King  chitarra elettrica

Sergio Sorrentino direttore e chitarra elettrica

LE MUSICHE

Musica classica contemporanea,  blues, rock ad opera di Sergio Sorrentino e John King

John King compositore, chitarrista e violista, ha ricevuto commissioni da parte di ensemble e istituzioni quali Kronos Quartet, Face The Music, Belgrade Philharmonic (co-commissione con Aleksandra Vrebalov), Ethel quartet, The Albany Symphony/“Dogs of Desire”, Bang On A Can All-Stars, Mannheim Ballet, New York City Ballet/Diamond Project, Stuttgart Ballet, Ballets de Monte Carlo, e ha composto per Merce Cunningham e la sua Dance Co.
I suoi quartetti per archi sono stati inoltre eseguiti da Eclipse Quartet (Los Angeles) e Mondriaan Quartet (Amsterdam), e dal Secret Quartet, che ha eseguito molti suoi lavori in prima assoluta a The Kitchen, The Stone, Lincoln Center Festival e al Roulette, tra 2009 e 2015.
Ha scritto 7 opere: Ping e What is the Word, su testi di Beckett, presentate al Experiments in Opera Festival (2014) e Avant Music Festival (2016); Impropera, che usava testi scelti a caso da messaggi sms mandati dai telefoni cellulari dei cantanti; SapphOpera, un’opera da camera con frammenti da Sappho tradotti da Anne Carson; Herzstück/heartpiece, tratto da Heiner Müller, e presentato in prima nel 1999 al Warsaw Autumn Festival e alla The Kitchen nel 2000 (una doppia opera co-composta assieme a Krzysztof Knittel); La belle captive da testi di Alain Robbe-Grillet, inaugurata al Teatro Colon di Buenos Aires nel 2003, e portata poi all’ICA di Londra (Fronteras Festival) nel 2004 e alla The Kitchen nel 2005; e Dice Thrown, tratta dal poema di Mallarmé, presentata in versione scenica completa a CalArts nel 2010. Nel maggio 2015 Piano Vectors per sei pianoforti in un grande spazio è stata eseguita al Knockdown Center di New York.
Ha composto canzoni e musiche di scena per cinque lavori teatrali (The Tempest, Faust, The Trial, Steppenwolf e Wings of Desire) al Ludwigsburg TheaterSomer sotto la regia di Peter Kratz. Ha ricevuto numerose commissioni dal Brooklyn Youth Chorus, e collaborato con loro nel progetto “Black Mountain Songs”, presentato in prima alla Brooklyn Academy of Music nel novembre 2014 e successivamente in tour in Europa. È stato Music Curator alla The Kitchen dal 1999 al 2003 e dal 2002 al 2011 co-direttore del Music Committee della Merce Cunningham Dance Co.
Ha esordito discograficamente su cd nel 1989 con il suo trio Electric World, formato assieme a David Moss e Jean Chaine. Le sue composizioni per quartetto d’archi sono state pubblicate su Tzadik (10 Mysteries e All Steel) e Cantaloupe (Ethel). La sua incisione più recente è Ciphony (Gold Bolus Recordings), composta assieme a Gelsey Bell per un Event della Merce Cunningham Company diretto da Robert Swinston. Ha lavorato con Moniek Darge, Guy Klucevsek, Hoppy Kamiyama, Otomo Yoshihide, Annea Lockwood, William Parker, Joan La Barbara e moltissimi altri.
www.johnkingmusic.com